Iveco Bus: Urbanway Full Hybrid a Bologna

A Bologna è stata consegnata una flotta di 9 bus Iveco Urbanway Full Hybrid 18 metri a Tper (Trasporto Passeggeri Emilia-Romagna), la società di trasporti pubblici nata dalla fusione dei rami-trasporto di ATC, azienda di trasporti su gomma di Bologna e Ferrara, e FER, società regionale ferroviaria.

Nuovi bus ibridi per il trasporto pubblico

Si tratta dei primi autobus Urbanway Full Hybrid Euro VI che saranno immatricolati in Italia e destinati al trasporto pubblico. I primi veicoli della flotta sono stati presentati dalla Presidente di Tper, Giuseppina Gualtieri, insieme all’Assessore alla Mobilità della Regione Emilia-Romagna, Raffaele Donini, all’Assessore alle attività produttive ed economia verde della Regione Emilia-Romagna, Palma Costi, e al Sindaco di Bologna, Virginio Merola, alla presenza dei vertici di Iveco e del Presidente del CAAB, Andrea Segrè. Gli Urbanway Full Hybrid saranno dedicati al servizio di collegamento di trasporto pubblico per F.I.CO. Eataly World, la cittadella del cibo che sorgerà al Centro Agro Alimentare di Bologna (CAAB) e che diventerà la struttura di riferimento per la divulgazione e la conoscenza dell’agroalimentare.

Usufruire del motore elettrico per abbattere i consumi

L’Urbanway Full Hybrid, anche grazie alla funzione “Arrive & Go” che permette di arrivare e ripartire alle fermate in modalità completamente elettrica, consente una riduzione dei consumi fino al 40% rispetto a un autobus di tipo convenzionale, e inoltre una riduzione del 33% di CO2 per km e del 40% di ossidi di azoto (NOx) per km rispetto al Diesel. In attesa dell’apertura di F.I.CO. i mezzi Urbanway Full Hybrid saranno impiegati già a partire dai prossimi giorni sulle linee portanti del servizio urbano, dove sostituiranno man mano mezzi che sono al contrario più datati.
Gli Urbanway Full Hybrid sono dotati di un motore termico Euro VI e di un sistema di trazione elettrico con dispositivi che non emettono gas di scarico ad autobus fermo in linea; ne risulta una conseguenza positiva in termini di riduzione delle emissioni. Per questa ragione, grazie al sistema di accumulo energetico, in fase di frenatura, ai semafori e alle fermate, l’energia cinetica non viene dispersa in calore, ma al contrario è trasferita alle batterie, più precisamente agli ioni di litio che alimentano il motore elettrico di trazione.