Irizar i2e, bus elettrico presentato alla COP21

Durante la COP21 di Parigi sono stati presentati alle istituzioni gli autobus pubblici, tra cui Irizar i2e, selezionati per la fase di test all’interno del progetto RATP 2025, il quale mira a raggiungere una flotta di autobus a Parigi per un totale di 4.500 unità composta dall’80% di unità elettriche e dal 20% a biogas.

Emissioni zero e massimi criteri di sicurezza

La cerimonia parigina è stata presieduta da Elisabeth Borne, Presidente Direttore Generale della RATP, Jean-Paul Huchon, presidente di STIF e Anne Hidalgo, sindaco di Parigi, in Place Jacques Rueff. Irizar i2e è un veicolo frutto della produzione della tecnologia europea eco-efficiente, sicura, sostenibile, affidabile e conveniente; è prodotto in Spagna e integra tecnologie all’avanguardia specificamente progettate per il Gruppo Irizar. Irizar i2e è stato il bus selezionato per eseguire la prova conforme alle specifiche che comprendono, tra le altre caratteristiche, una capacità media di 80 passeggeri e un’autonomia di almeno 180 km con una singola carica di notte in garage e la necessità per i veicoli di essere al 100 per cento privi di emissioni. Grazie alle emissioni zero e alla silenziosità, Irizar i2e è ideale per le città e i loro abitanti e risparmia all’ambiente 318.28 t di emissioni di CO2. La sua produzione risponde ai principi di eco-design, che comprende anche criteri ambientali in questo campo. Il bus elettrico Irizar i2e soddisfa i massimi requisiti in termini di sicurezza attiva e passiva. L’obiettivo del gruppo Irizar è quello di posizionarsi come leader della mobilità urbana con un fermo impegno a contribuire alla sostenibilità e al miglioramento dell’ambiente nelle città.

Irizar i2e: progetti in tutta Europa

Il bus elettrico Irizar i2e è lungo 12 m e presenta due porte doppie con rampa elettrica alla porta centrale. Il motore elettrico ha una potenza di 180 kW, si stima che avrà un’autonomia tra i 180 km e i 200 km nelle condizioni del traffico parigino. Irizar i2e è entrato in servizio a partire dal luglio 2014, ed è attualmente in circolazione nelle città di San Sebastian e Barcellona, a Marsiglia (Francia) e a Londra (Inghilterra) e viene testato anche a Madrid nell’area metropolitana di Barcellona e a Bayonne (Francia) con ottimi risultati operativi, cioè ha un’autonomia da 200 km a 220 km (ovvero di circa 14h a 16 h) e un livello ottimale di comfort ed equipaggiato con aria condizionata, con una carica di circa 5 ore alla fine della giornata. Le sue batterie sono riciclabili al 99% e il bus è stato progettato in conformità con i più alti standard di redditività; in questo modo la sostenibilità e la redditività ottimizzano i costi operativi.