Rally Dakar: le dure terre del Paraguay danno il benvenuto

Le corse estreme della rally Dakar sono iniziate: la 38° edizione è iniziata, per la prima volta, nel Paraguay. Anche IVECO ha scaldato i motori, con 3 piloti nella top 10 della giornata.

Dakar in Paraguay: una terra difficile per i piloti più duri

I piloti con i rispettivi team sono partiti durante il mattino da Asunción, per completare la prima tappa. Direzione Resistencia (Argentina) con una tappa breve di 39 km: questa fase non deve però far credere che sia una passeggiata, poiché la Dakar è iniziata con un percorso pieno di ostacoli e difficoltà di guida.

Un terreno impervio col quale il Paraguay dà il benvenuto ai diversi team in gara, compreso IVECO. In particolar modo, della scuderia IVECO, ha chiuso la prima tappa cronometrata dietro a Martin Kolomy (Tatra), primo classificato, distanziato di 13 secondi.

In questa edizione Dakar, Ton van Genugten è partito alla guida dell’IVECO Trakker 507 e giocando d’astuzia ha sfruttato la strada battuta dai piloti precedenti, segnando un buon secondo posto.

Gerard de Rooy: buon tempo e sangue freddo

D’altro canto è sceso in campo anche Gerard de Rooy: non ha tirato al massimo per questa prima tappa, dato che il percorso era abbastanza corto ma colmo di rischi. Non era facile, poi, stabilire un vantaggio decisivo sin da subito.

Un 5° posto a 42 secondi dal primo pilota, che porta tra le prime file un altro mezzo marcato IVECO, nonostante gli intoppi giornalieri: Gerard de Rooy ha affermato, infatti

Un problema ci ha costretto a sgonfiare gli pneumatici, ma è successo dopo la prova speciale, durante la fase di trasferimento, perciò il tempo di gara non è stato compromesso. Abbiamo fatto un ottimo lavoro. Non siamo stati i più veloci, ma ci siamo concentrati sul risparmio di tempo.

 

3 IVECO nella top ten.. ma con qualche intoppo

Un 9° posto tranquillo e senza eccezioni è stato conquistato dall’argentino Federico Villagra, che ha in mano un altro IVECO Powerstar. Il pilota ha preferito mantenere un profilo basso ed evitando passi falsi e rischi: una tattica che lo porterà ad aggredire la classifica nelle prossime tappe.

Villagra detiene il nono posto a 1 min 26 sec dal leader di classifica e porta a 3 veicoli di Casa IVECO nella classifica dei primi 10 della giornata.

Ha preferito non correre rischi e ha ottenuto il 9° posto, mirando a scalare la classifica nei prossimi giorni. Il pilota argentino ha concluso la gara a 1 minuto e 26 secondi dal primo arrivato, consentendo a IVECO di piazzare ben tre veicoli nella Top 10 della giornata.

Un inizio meno brillante ha ricalcato l’inizio gara dell’olandese Wuf van Ginkel: la prima tappa lo ha battezzato con alcuni problemi e ha chiuso la gara solo 40 esimo.

Il pilota dell’IVECO Trakker 525 ha concesso troppo tempo nella corsa, tenendo un distacco di fine giornata di 20 minuti rispetto al primo classificato.

Prossima tappa vedrà la gara spostarsi sul tragitto che collega Resistencia da San Miguel de Tucumán (nord Argentina). L’opposto della prima gara, se si pensa che ad attendere i piloti ci saranno ben 812 km da battere di cui 275 km su prova speciale.