Inarrestabili e autotrasportatori: la passione torna in TV

Per tutti gli appassionati è tornato, da mercoledì 8 giugno, il programma “Inarrestabili” condotto da Marco Berry, sulla professione e sulla vita degli autotrasportatori.

Un viaggio, una scelta: essere autotrasportatori

Ieri è iniziato il percorso di Berry accanto ad alcune persone che testimoniano la loro scelta di diventare professionisti nell’ambito dei trasporti. Questo programma accompagnerà il pubblico di telespettatori su Rete4 ogni settimana: 4 appuntamenti in seconda serata.

Dopo aver condotto altri programmi come “Invincibili” e “Invisibili“, il conduttore e presentatore televisivo si affianca alle vite di alcune persone che hanno fatto, per così dire, “voto” alla professione di autotrasportatore. È un percorso che si accosta all’esistenza di uomini e donne che raccontano al pubblico il loro lavoro e non solo. È un diario (di bordo) per raccontare di persona una professione che, nel ramo della logistica e autotrasporto, garantisce prestazioni e servizi di cui normalmente non si tiene conto.

Passione e sacrificio, un percorso che continua

Solitamente si pensa ai luoghi comuni degli autotrasportatori come camionisti burberi e ammiratori di belle donne; oltre questo livello si possono scoprire verità più dure, quali ad esempio gli orari di lavoro imposti, ovvero una tabella di marcia con turni sempre più difficili da sopportare per le esigenze umane. D’altro canto il programma, intervistando gli 8 autotrasportatori, evidenzierà anche il lato del “timore” verso i camionisti dato dagli episodi quotidiani di cronaca, piuttosto che i blocchi di fermo a cui sono sottoposti, soprattutto negli ultimi tempi.

Tutto ciò tenendo conto che nel nostro Paese il trasporto su gomma si attesta all’80% dei viaggi generali, e dietro le milioni di spedizioni transitano e lavorano migliaia di aziende, per la maggior parte piccole e medie imprese; di questi gruppi fanno parte anche i trasportatori.

Il programma di Berry non si fermerà alla semplice spedizione, bensì oltre alle operazioni di carico e scarico saranno rimarcate tutte le problematiche relative ai sacrifici dei camionisti, così come i nodi cruciali legati al cabotaggio, alla burocrazia, alla sicurezza e al mercato che impone man mano norme sempre più rigide.

Ma il perno centrale del programma sarà proprio la vita di questi autotrasportatori: la passione di chi macina chilometro dopo chilometro contro i pregiudizi comuni, le vicende di persone intervistate in un format a metà tra un documentario e un reality. Non resta che seguire i prossimi appuntamenti.