Hololens: manutenzione da remoto e ologrammi. Il futuro di Iveco Bus e Microsoft

Iveco Bus e Microsoft fanno squadra per dar forma al futuro della manutenzione da remoto: in scena a Busworld Europe il progetto HoloLens.

Dalla Realtà Aumentata a quella Mista: ecco HoloLens

Iveco Bus è impegnata ad ampliare la propria gamma di servizi, attraverso un progetto di “Realtà Mista” abilitato da Microsoft HoloLens. L’obiettivo è ottimizzare le operazioni di manutenzione e di consentire interazioni più semplici con gli esperti; così è possibile

  • offrire un customer service ottimale
  • ridurre il tempo di interruzione del servizio
  • migliorare la produttività

 

In tal modo Iveco Bus annuncia la collaborazione con Microsoft per un innovativo progetto in una prospettiva di Industry 4.0, con l’obiettivo di rendere disponibili i propri esperti di manutenzione in tempo reale a qualsiasi azienda cliente o officina, in qualunque posto nel mondo.

A questo scopo Iveco Bus sta testando il visore Microsoft HoloLens in Germania, in Austria, in Italia e in Svizzera, per ottimizzare le operazioni di manutenzione; utilizzerà il device anche per la formazione presso le proprie sedi. Grazie alle interazioni olografiche in tempo reale, il cliente ha l’opportunità di dialogare con gli esperti in modo semplice e intelligente, beneficiando nel complesso di diagnosi accurate e ottimizzando la produttività.

Ologrammi e manutenzione da remoto: come cambierà la manutenzione?

Microsoft HoloLens oltrepassa il concetto di “Realtà Aumentata” e inaugura un nuovo scenario di “Realtà Mista”, visualizzando proiezioni olografiche nel raggio d’azione dell’utente, con una mappatura dell’ambiente. Chi indossa il dispositivo può posizionare gli ologrammi nel mondo reale e spostarli secondo le proprie esigenze, in linea con i vincoli dello spazio fisico circostante.

HoloLens offre a Iveco Bus un chiaro vantaggio in una duplice prospettiva:

  • assistenza da remoto
  • e formazione

Nel primo caso, i team addetti alla manutenzione possono interagire con gli esperti di Iveco Bus con le mani libere, mentre lavorano sul veicolo, così da intervenire in modo efficiente e tempestivo e beneficiare di informazioni di supporto in pochi istanti. L’operatore può, per esempio, riparare un veicolo mentre comunica con un esperto localizzato in un’officina, dove può consultare tutte le schede tecniche e le pratiche utili e condividerle direttamente con il tecnico stesso, che a quel punto le può visualizzare attraverso il proprio visore.

L’operatore può anche parlare direttamente con l’esperto in tempo reale attraverso Skype. I vantaggi sono significativi per tutte le persone coinvolte nel processo, dal produttore al rivenditore: migliore efficienza e ottimizzazione dei tempi.

Nel secondo scenario applicativo, la formazione diventa più semplice: un utente che indossa il visore può collegarsi da remoto con molteplici altre persone e offrire lezioni live senza bisogno di viaggiare. Un chiaro vantaggio in termini di risparmio di tempo, velocità ed efficienza.

Come funziona il sistema di visore HoloLens?

Il visore HoloLens è un vero e proprio computer olografico, dotato di una versione specializzata del sistema operativo Windows 10 e, pesa solamente 579 grammi. Oltre alle più comuni CPU e GPU, HoloLens contiene al suo interno un multiprocessore sviluppato completamente da Microsoft ( definito HPU, Holographic Processing Unit) responsabile per il processamento delle informazioni provenienti dai sensori, e dalle camere.

Le videocamere a infrarossi supportano l’ulteriore comprensione dello spazio circostante, anche in condizioni di bassa luminosità; mentre gli speaker spaziali offrono un’esperienza di suono contestuale al posizionamento degli ologrammi nel mondo reale. I comandi vocali sono disponibili anche attraverso l’assistente digitale Cortana.

Enrico Durelli, Global Brand Service & EU Technical Support Director di Iveco Bus, ha dichiarato:

Con il progetto HoloLens, Iveco Bus e Microsoft stanno lavorando a stretto contatto per sviluppare le tecnologie del futuro e per creare un nuovo modello per la manutenzione da remoto. La fase di test, che ci aspettiamo duri un anno, sta già offrendo risultati importanti in termini di efficienza ed efficacia.

Fabio Moioli, Direttore Enterprise Services di Microsoft Italia, ha invece affermato:

Siamo lieti di collaborare con Iveco Bus per contribuire alla trasformazione dell’industria automotive, definendo un nuovo standard di manutenzione e migliorando le performance dei veicoli. La Realtà Mista è uno strumento strategico per recuperare efficienza e minimizzare il tempo di inattività dei mezzi.

Attraverso Microsoft HoloLens, è semplice porre in essere interventi più rapidi e consapevoli e riparare le componenti chiave avendo le mani libere; il tutto consultando le schede tecniche necessarie o interagendo con gli esperti in tempo reale.