Nuovo Fiat Fullback | Prova su strada in anteprima

La gamma Fiat Professional si arricchisce con un nuovo player, pronto a garantire volumi di vendita nella regione EMEA (Europa, Middle East e Africa) che ha una portata di circa 650.000 veicoli corrispondenti a un peso del 22% delle vendite totali del mercato LCV.

Il Fiat Fullback, infatti, è il nuovo pick up targato dalla divisione Professional della Casa italiana, dedicato, appunto, ai professionisti e ai lavoratori.

Scopriamo insieme come va nella nostra prova su strada in anteprima.

Esterni

Il Fiat Fullback ha una linea decisamente piacevole e sportiva grazie alla cabina protesa in avanti e ad uno sbalzo anteriore ridotto. La base è quella del noto Mitsubishi L200 con alcuni rinnovamenti estetici, soprattutto nella parte anteriore.

Il frontale, infatti, presenta un deciso “tocco” di stile italiano, con la griglia anteriore totalmente nuova, contornata dai gruppi ottici che, in optional, possono essere dotati della “firma” bi-xeno.

Fiat Fullback

Le fiancate hanno nervature ben distinte, diversi tipi di pedane che agevolano l’ingresso nell’abitacolo, e cerchi in lega da 16 o 17 pollici. Al posteriore spicca il vano di carico che, come vedremo, può essere di diverse dimensioni e tipologie, mentre la sport bar, optional, conferisce un look ancora più sportivo alla vettura, raccordando ancora meglio la cabina.

Dimensioni e capacità di carico

Fullback vanta un’ampia capacità di carico e un alto grado di robustezza, grazie soprattutto a un telaio a longheroni. In dettaglio, tutte le versioni di Fullback sono alte massimo 1.780 mm, larghe fino a 1.815 mm e con un passo di 3.000 mm. Invece, la lunghezza totale varia a seconda della configurazione: raggiunge i 5.275 mm per la cabina estesa e 5.285 mm per la cabina doppia. Varia anche la lunghezza del vano di carico – 1.850 mmm per la cabina estesa, 1.520 mm per la cabina doppia. La portata è di oltre una tonnellata e la massa rimorchiabile supera le tre tonnellate.

Interni

Gli interni permettono di scoprire subito la funzionalità del veicolo da lavoro, ma stupiscono anche per il comfort e l’eleganza di un SUV di buon livello.

Gli ambienti sono declinati su due livelli: il primo presenta una plancia essenziale, ma nel contempo funzionale e completa di autoradio con lettore CD e MP3, Bluetooth e comodi sedili in tessuto.  Il secondo offre una piacevole linea di interni ben curata nei particolari e nelle finizioni, con plancia bicolore nero/silver e sedili in tessuto o in pelle con regolazione elettrica.

Sulla plancia si trova il display touch da 6 pollici o da 7, nel caso sia stato scelto il sistema di navigazione.

Gli accessori by Mopar

Mopar ha realizzato una linea dedicata di accessori che accentua le doti sportive, stilistiche e funzionali del nuovo veicolo Fiat Fullback.

Sono disponibili gli hard top in tre diverse configurazioni (con vetri laterali a pop-up, scorrevoli o senza finestrini), le coperture rigide in 2 versioni (per veicoli dotati o meno di sport bar), le tre diverse tipologie di coperture morbide e il nuovo fullbox, che offre stile e praticità al vano di carico.

Inoltre, si possono scegliere diverse tipologie di rivestimenti del vano, che, sia nella versione con protezione delle sponde laterali (over rail) che in quella senza protezioni (under rail), sono un must per veicoli di questo segmento. Completano la gamma numerosi accessori che si accordano in modo armonioso alle caratteristiche tecniche e stilistiche del modello: il battitacco personalizzato con il nome del veicolo, le modanature laterali a protezione delle porte (in versione cromate per i veicoli Doble Cab e in tinta carrozzeria per le versioni Club Cab), le calotte specchio cromate, i sensori di parcheggio posteriori, i sovratappeti nella versione in gomma o in tessuto, la protezione sottoscocca, i fari fendinebbia con funzione DRL e i tappi copri valvole brandizzati.

Fiat Fullback

Motorizzazioni

Il Fiat Fullback è equipaggiato con un motore turbodiesel common rail da 2,4 litri declinato in due livelli di potenza e coppia: 150 CV (113 kW) e 380 Nm oppure 180 CV (133 kW) e 430 Nm. Questo propulsore si caratterizza per il basamento in alluminio dal peso contenuto e per la sovralimentazione con turbocompressore a geometria variabile con intercooler. Quest’unica motorizzazione è disponibile in abbinamento a due tipologie di cambi: manuale a sei marce o automatico a cinque marce.

Alla guida del Fiat Fullback 2.4 cc da 180 CV

Il Fiat Fullback è disponibile sia nella versione 4X2 (trazione posteriore) che nella versione 4X4 (trazione integrale). Noi abbiamo scelto la motorizzazione 2.4 turbodiesel da 180 CV e 430 Nm, abbinata al cambio manuale a 6 marce e alla trazione integrale.

Tutte le versioni 4X4 sono equipaggiate con un selettore elettronico che permette l’inserimento della trazione integrale in modalità “part time” o “full time”. La modalità “part time” o semipermanente è presente nelle versioni SX e prevede tre posizioni di guida: “2H”(percorsi stradali in condizioni ottimali) con trazione prevista sulle 2 ruote motrici posteriori; “4H”, selezionabile a velocità fino a 100 km orari, distribuisce la trazione sulle 4 ruote motrici consentendo una guida più sicura su percorsi stradali scivolosi e sconnessi; “4L”, fornisce marce ridotte per condizioni estreme fuoristradistiche.

La modalità “full time” o permanente è, invece, presente nelle versioni top di gamma LX. Caratterizzata dal differenziale centrale Torsen, supportato da 3 frizioni a controllo elettronico che gestiscono in tempo reale la trasmissione della coppia motrice alle ruote in funzione delle condizioni stradali e della velocità. Quattro sono le posizioni di guida. Oltre alla “2H” e “4H” sopracitate, è presente la posizione “4HLc” che prevede il blocco del differenziale centrale distribuendo la coppia equamente fra ruote anteriori e posteriori e migliorando la trazione su percorsi innevati, sabbiosi o su strade fangose. Infine la quarta posizione “4LLc” prevede oltre al blocco del differenziale centrale anche l’inserimento delle marce ridotte che assicurano una maggiore coppia per affrontare percorsi fuoristradistici estremi.

Per quanto riguarda l’architettura delle sospensioni, Fullback prevede, all’avantreno, un raffinato schema a doppi bracci con barra stabilizzatrice mentre, al retrotreno, è presente un assale rigido con balestre multistrato per la massima affidabilità e robustezza.

Alla guida, il Fullback si presenta piuttosto semplice da manovrare e, nonostante le dimensioni, l’agilità è uno dei suoi punti forti. Lo sterzo e ben demoltiplicato, ma mantiene una buona precisione. Il 2.4 spinge bene fin dai bassi regimi e propone anche un discreto allungo. Si vede che la ricetta e ben rodata perché tutti gli elementi sono al posto giusto, garantendo prestazioni e comfort ben rapportate.

Fiat Fullback

Gamma e prezzi

La gamma si articola in tre configurazioni (chassis, cabina estesa e cabina doppia) e allestimenti per ogni esigenza del cliente.

Il livello d’ingresso è già ben equipaggiato: sono di serie ABS con EBD, TSA (Trailer Stability Assist – il sistema che aumenta la stabilità in caso di traino), LDW (Lane Departure Warning), sette Airbag (frontali , laterali, a tendina e ginocchia guidatore). Le dotazioni interne prevedono sedili in tessuto dark grey “high-grade”, multi-information display con Illuminazione strumenti regolabile, volante e leva cambio in pelle e infine, chiusura centralizzata con doppio telecomando. La dotazione infotaiment prevede una Radio 2DIN con lettore CD e MP3.

Il pick up di Fiat Professional arriva sul mercato con un listino prezzi che parte da 27.500 euro (IVA esclusa), fino ad arrivare ai 33.500 euro del Doppia cabina con cambio automatico. Inoltre, in Fiat Professional stanno lavorando per rendere acquistabile il Fullback anche dal “non professionista”, cercando di dare più ampio respiro ad un segmento che ha un enorme potenziale.

Il pubblico potrà conoscere da vicino il Fiat Fullback già durante il “porte aperte” del 14 e 15 maggio.