Il cronotachigrafo “smart” si fa attendere: rinviata l’introduzione

Il 28 marzo scorso è stato ufficializzata una nuova norma che modifica quella precedente sul cronotachigrafo di nuova generazione: per questo tarderà a presentarsi al pubblico.

Il cronotachigrafo allunga l’attesa

Il nuovo regolamento è stato divulgato sulla Gazzetta ufficiale il 28 marzo del mese scorso: si tratta del numero 2018/502 del 28 febbraio 2018. Questo regolamento andrà a modificare quello precedentemente siglato (il numero 2016/799). E proprio per questo ennesimo aggiornamento, slitta l’introduzione sul mercato del nuovo cronotachigrafo di seconda generazione.

La data rinviata è il prossimo giugno 2019: a ben vedere, questo lasso di tempo servirà alle varie aziende così come agli autisti del ramo dei trasporti ad adeguarsi alla nuova normativa. La Gazzetta Ufficiale dell’Unione ha pubblicato il 28 marzo 2018 il Regolamento numero 2018/502 del 28 febbraio 2018 che modifica quello 2016/799, rinviando a giugno 2019 l’introduzione dei cronotachigrafi di seconda generazione.

Le tappe legislative

Ripercorrendo i vari “step” legislativi, ricordiamo che:

  • in una prima tappa, il regolamento numero 165/2014 ha diffuso quelli che sono stati chiamati cronotachigrafi smart/intelligenti. Si tratta di dispositivi che si differenziano rispetto ai precedenti per la funzione di geo-localizzazione del truck, grazie al collegamento e al coordinamento con il sistema satellitare Gnss. Una differenza che si delinea con la comunicazione in remoto per la diagnosi di situazioni e problemi eventuali
  • successivamente è arrivato il regolamento numero 2016/799, che ha aggiunto i dettagli sul collaudo, il funzionamento, il tipo di costruzione e come riparare questo nuovo cronotachigrafo
  • dulcis in fundo, l’ultimo regolamento, 2018/502: si aggiungono alcune modifiche tecniche e anche il ritardo dell’entrata in vigore, che trasla da marzo a giugno del 2019

 

Entrata in vigore e geo-localizzazione: i cambiamenti

Il termine dell’entrata in vigore, il prossimo giugno 2019, è valido e interessa soltanto i mezzi di autotrasporto che saranno immatricolati e immessi sul mercato a partire da questa data.

Invece, tutti gli altri veicoli industriali che sono stati immatricolati prima hanno una data diversa: il cronotachigrafo intelligente dovrà essere installato entro il mese di giugno del 2031.

Un’ultima novità riguarda il sistema di geo-localizzazione: questa funzione si registra con cadenza ogni 3 ore, e considera anche l’intervallo di tempo di guida totale, ovvero se e quando il camionista si è fermato.