Da veicolo per le consegne a furgone frigorifero: il Metro, sinonimo di versatilità

Se pensiamo a un veicolo elettrico, per primi sicuramente ci verranno in mente quelli a trazione elettrica, ormai diffusi da tempo, come i filobus o le metropolitane. In realtà, i mezzi a energia elettrica oggi possono essere praticamente di qualsiasi tipo e sono alimentati attraverso una o più batterie ricaricabili.

Anche nel mondo del noleggio di veicoli commerciali per il trasporto di persone o merci troviamo alternative elettriche validissime: ne è un esempio lampante il Metro.

Prodotto e assemblato dall’azienda italiana Electropolis, che ne cura anche il design, questo veicolo commerciale totalmente elettrico a emissioni zero può trasportare fino a quattro persone ed è pensato per essere adattato a circa cinquanta applicazioni diverse, a seconda dell’utilizzo che se ne deve fare: veicolo per le consegne, mezzo di raccolta, spazzatrice, furgone frigorifero, mezzo antincendio e molto altro.

Un veicolo commerciale totalmente elettrico a emissioni zero

Le caratteristiche del Metro, definito ‘compact all-electric utility vehicle’, sono sorprendenti. Oltre alla grande versatilità, infatti, si presenta come un mezzo confortevole, sicuro e potente. Progettato per lavorare senza sosta, di giorno e di notte, il Metro dispone di una cabina spaziosa e molto comoda e un’eccellente capacità di carico.

I costi di manutenzione e mantenimento sono ridotti al minimo grazie al contenuto numero di pezzi dai quali è costituito, solo 200, alla qualità del telaio e la scocca, prodotti secondo la tecnologia tedesca Magna Steyr, e al suo peso di soli 575 kg. Tutto ciò è garanzia di praticità, efficienza produttiva e durabilità.

Anche la sicurezza rappresenta un punto forte del Metro, che ha un sistema frenante all’avanguardia, una cabina in acciaio rinforzato e un comparto batterie capace di bilanciare il veicolo. Nello specifico, le batterie al Litio sono progettate in modo innovativo: non ci sono trasmissioni, motore o sistemi di raffreddamento o alimentazione.

Non c’è quindi bisogno di additivi, olio, filtri o catene da rimpiazzare. Il sistema operativo del veicolo e delle batterie è gestito da un software integrato che rileva, isola e segnala malfunzionamenti, guasti o danni.

Innovazione a 360°

Il Metro può essere dotato di pannelli solari, da applicare sopra il tetto. In questo modo, il veicolo elettrico diventa ‘solare’, migliorando così la propria autonomia e aumentando la distanza che è in grado di percorrere con una sola ricarica.

La società statunitense Cenntro, con la quale collabora Electropolis, ha inoltre sviluppato per questo mezzo un ‘drive system’ indicato per carichi elevati, che può variare adattandosi alle esigenze dei clienti per quanto riguarda la distanza, i limiti di velocità e la capacità di carico. I componenti includono il motore di azionamento, il “motor controller”, il cambio e i sistemi di gestione delle batterie e del veicolo.

Electropolis offre anche un servizio di Van Sharing, che include un’app personalizzabile per la gestione della prenotazione. Il fruitore può infatti prenotare un veicolo per un periodo di tempo variabile a delle tariffe pre-impostate e restituirlo, una volta scaduto il tempo, lasciandolo all’interno di aree operative appositamente adibite.

La app funge anche da chiave per avviare il veicolo e può essere customizzata nella grafica. Con questo servizio aggiuntivo viene promossa la mobilità sostenibile sul lavoro, vengono decurtati i costi per l’acquisto di un mezzo proprio e si incentiva un modello di business viabile in grado di generare profitti.